EsploraTo – TeenCarto

Posted on Posted in Senza categoria

Il progetto EsploraTo-TeenCarto coinvolge due classi del Liceo Einstein di Torino e si pone il duplice obiettivo di sensibilizzare gli e le student* a leggere criticamente la citta’ e di costruire rappresentazioni degli spazi urbani dal punto di vista degli/lle adolescenti.

Il percorso previsto dal progetto ha incluso due incontri in cui i/le ragazz* hanno utilizzato la piattaforma FirstLife per realizzare la loro mappa della citta’ accessibile a questo link : https://esplorato.teencarto.it

Il lavoro formativo si e’ strutturato in due fasi.

In una prima fase, ci siamo concentrati sulla possibilita’ di trasformare le proprie geografie individuali, composte di luoghi significativi da un punto di vista funzionale ed emozionale, in una mappa, georiferendo delle fotografie raccolte dai/lle ragazz* le settimane precedenti l’attivita’.

Figure 1 Mappa generale

Figure 2 Dettaglio del Punto –  Piazza  San Carlo

 

In una seconda fase, il focus e’ stato il quartiere Barriera di Milano e le/gli adolescenti sono stati indirizzati a concentrarsi sul ruolo pubblico dei luoghi, quindi sul loro significato collettivo. In particolare, hanno indicato quelle che sono le risorse e le criticita’ del quartiere dal punto di vista degli adolescenti.

Figure 3 Mappa di Barriera di Milano, criticita’ e risorse.

Parallelamente alle attivita’ che prevedono l’uso del digitale, sono state realizzate delle rappresentazioni cartografiche attraverso il metodo delle sketch maps, ovvero degli schizzi su carta delle proprie mappe mentali. Questo tipo di rappresentazioni permette di mettere in evidenza elementi del territorio o relazioni rilevanti tra aree urbane cosi’ come percepite dal soggetto, che nella cartografia tradizionale non riescono ad essere espresse.

Attraverso le sketch maps, infatti, e’ possibile comunicare la citta’ in modi molto diversi, come possiamo vedere da alcune delle mappe realizzate durante le attivita’.

Alcune mappe si focalizzano sulla scala di quartiere:

Oppure descrivono un’unica via della citta’:

 

O ancora si soffermano sul centro storico dando risalto ai dettagli di contesto dell’ambiente urbano, ovvero la presenza di elementi naturali come gli alberi e il fiume e di beni culturali, es. chiesa della gran madre, castello del Valentino.

 

 

Altre danno un ruolo di primo piano ai luoghi rappresentati solo attraverso la denominazione degli stessi o con caratterizzazioni di dettaglio

Ascoltare e rappresentare i diversi punti di vista sulla citta’ e’ tanto fondamentale quanto complesso e la raccolta dati gestita coinvolgendo direttamente chi vive gli spazi urbani e’ un modo per avvicinarsi a tale complessita’ e pluralismo. Gli adolescenti sono una categoria spesso poco ascoltata dai decisori pubblici e progetti come EsplraTo sono animati a ridare protagonismo ai/alle ragazz* e alle loro narrazioni con il supporto di metodi digitali e non. La cartografia e’ un potente strumento comunicativo e permette di dare visibilita’ a rappresentazioni della citta’ che talvolta sono invisibili nel dibattito pubblico. Per questo motivo ringraziamo le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato e continueranno a partecipare alla mappatura di Torino, perche’ permettono di raggiungere una conoscenza, quella degli adolescenti, che altrimenti continuerebbe ad essere inaccessibile.