Città Sagge e Intellilgenti. Convegno 23 novembre 2015

Posted on Posted in Eventi

Città sagge e intelligenti (Programma)

Conoscere e consolidare la “nuova economia condivisa”
Aula Magna del Rettorato, Via Verdi 8, Torino – 23 novembre 2015
Comprendere la new economy significa portare attenzione ad aspetti sinora trascurati di
carattere prettamente culturale ma con un alto valore nel perseguimento del bene
comune.
In questa direzione la cosiddetta economia collaborativa (sharing economy) è parte a
pieno titolo della prima per la sua componente digitale, ma al tempo stesso comprende
anche quelle attività offline che implicano rapporti solidali e di cooperazione. Di per sé è
un ibrido che include sia processi orientati al profitto che condivisioni su base gratuita,
sia prodotti e servizi ad alta tecnologia che il contrario, sia situazioni sociali che
coinvolgono attori di punta del cosiddetto terziario avanzato che condizioni di
marginalità ed esclusione sociale ed infine attori che vi partecipano sulla base di
ideologie diverse, a volte contrastanti. Per alcuni, come l’economista Jeremy Rifkin, si
tratta dell’avvento di un modello che sostituirà nell’arco di una o due generazioni la
stessa economia di mercato.
I relatori rappresentano punte avanzate dell’analisi, della progettazione e dell’azione
sociale in questo campo. Essi permettono di focalizzare con precisione l’attenzione su
alcuni processi cruciali: dalla riflessione critica al programma delle Smart Cities con la
ricerca di alternative praticabili (Igor Calzada), alle mappe georeferenziate attraverso la
rappresentazione semantica (Liliana Ardissono), alle opportunità offerte dalla open data
visualization (Rudi Ball), infine di particolare interesse il contributo di Ugo Mattei sul
ruolo trasformativo dei beni comuni in campo giuridico.
In generale l’intelligenza delle reti e l’auspicata collective awareness incontrano vincoli
verso i quali la sola capacità cognitiva sembra insufficiente. Per tale motivo viene colta
l’occasione per introdurre la prospettiva della saggezza, intrecciandola con saperi e
pratiche dell’economia condivisa (Renteria Uriarte e Giorgino).
Le sessioni pomeridiane vertono su due temi specifici di grande rilevanza sociale – la
finanza alternativa e la mobilità urbana digitale (ridesharing) con ospiti con un alto livello
di competenza ed esperienza.
Alla prima sessione prendono parte esperti in campo sociologico ed economico (Maria
Cristina Martinengo e Roberto Burlando) ed attori sociali che rappresentano agenzie con
originali e spesso pionieristiche esperienze nel campo della solidarietà finanziaria e della
moneta di comunità: da ACAF alla cooperativa MAG4, dalla Cavallerizza alla JAK Bank
Italia sino alla agenzia di social innovation OpenINCET.
Nella seconda sessione parteciperanno Cristina Pronello del Politecnico di Torino, autrice
di un recente Rapporto per il Piano di trasporto pubblico metropolitano di Torino,
Patrizia Malgieri esperta di trasporti della TRT di Milano, Tomaso Rodriguez Expansion
Manager di UBER ITALIA, Tiziano Schiavon, direttore commerciale di CArCityClub Torino,
Ivan Gallino presidente delle Federnoleggio di Torino e Fabrizio Ghisio della
ConfCooperative. La discussione sarà arricchita dal contributo di Enzo Lavolta, Assessore
all’Innovazione e Ambiente del Comune di Torino.